Pietro Delle Piane presenta il tv movie Boris Giuliano e i film Il ragazzo Della Giudecca e Mirafiori Lunapark

Consigli in pillole

Benvenuti nel mio nuovo blog dedicato a tutti coloro che come me hanno tante passioni e curiosità. La mia nasce dai viaggi, dal desiderio di raccontare le mie esperienze e condividere tutto ciò che incontro durante il mio cammino. Per viaggio intendo non solo itinerari in Italia e nel mondo, non solo alberghi e ristoranti, centri benessere ma anche eventi sportivi, culturali, festival e manifestazioni. Nelle mie pagine troverete idee, curiosità, novità; farò recensioni e vi darò suggerimenti, in sostanza dei “consigli in pillole”. La pillola per la felicità è desiderare ciò che si vuole ascoltando se stessi. A volte basta veramente poco: un buon libro, un bel film, un bicchiere di vino. Ognuno potrà curiosare e cercare la sua pillola per prevenire o curare a seconda delle proprie necessità. E poi dal mondo dello spettacolo, della moda, del cinema, dello sport e del gossip interviste a uomini e donne Vip e molto altro ancora per farci sorridere e vivere con un po’ di leggerezza.

Manuela Muttini

Manuela Muttini
Sono diplomata in Lingue e laureata in Scienze politiche con indirizzo sociologico. Fin da bambina ho praticato sport a livello agonistico fino a raggiungere la serie B in ambito tennistico. Nel 2010 ho presentato al salone internazionale del libro di Torino il mio primo manoscritto dal titolo “Il principe imperfetto”, dove interpreto il variegato mondo femminile ed indago su emozioni e sentimenti. Oltre ad essere iscritta all’ordine nazionale dei giornalisti e a collaborare con diverse testate, nel corso degli anni ho maturato un’esperienza significativa come consulente d’immagine e comunicazione di vari personaggi Vip del mondo dello spettacolo (cinema, teatro, musica, moda, sport, arte). Ho organizzato eventi e festival, convention, incentive e campagne pubblicitarie sia a livello nazionale che internazionale, occupandomi in qualità di responsabile delle pubbliche relazioni sia della progettazione che della loro supervisione.

TAGS

BLOGROLL

Newsletter
Consigli in pillole

Set 6

Pietro Delle Piane presenta il tv movie Boris Giuliano e i film Il ragazzo Della Giudecca e Mirafiori Lunapark

L'attore è sul set di Boris Giuliano, al Festival di Venezia per la presentazione del trailer Il Ragazzo della Giudecca e sul grande schermo con Mirafiori Lunapark

di Manuela Muttini

umm clothing

Oggi intervistiamo l’attore Pietro Delle Piane, attualmente sul set di “Boris Giuliano”, il il tv movie diretto da Ricky Tognazzi e realizzato da Sergio Giussani, dedicato al capo della Squadra Mobile di Palermo ucciso nel 1979 dalla mafia. I mafiosi Leoluca Bagarella, Pietro Marchese e Pino Greco sono rispettivamente Francesco Benigno, Pietro Delle Piane e Alfredo Libassi. Nel cast anche Nicole Grimaudo, moglie di Boris, Ettore Bassi nel ruolo di De Luca, ex questore di Trento. Sempre più spesso si passa dai fatti di cronaca al racconto cinematografico, sicuramente storie avvincenti che hanno toccato la nostra storia, ma anche difficili da raccontare in quanto non è mai facile analizzare il rapporto esistente tra rappresentazione cinematografica e realtà della criminalità organizzata. Tu cosa ne pensi in merito?

E`difficile raccontare ed interpretare personaggi realmente vissuti. A maggior ragione se si tratta di storie cosi complicate e delicate. Ho cercato su internet foto ed informazioni su Pietro Marchese e non commento.

Sicuramente il cinema è uno dei mezzi espressivi più adatti a trasmettere in modo accessibile ogni tipo di messaggio: emotivo, culturale, ideologico e anche didattico; infatti tutti i film ispirati alle storie vere aiutano a sviluppare il senso critico attraverso il confronto delle immagini con le proprie percezioni e i dati reali. Anche “Il ragazzo della Giudecca “ il cui trailer è stato presentato ieri al Festival del Cinema di Venezia è un film tratto da una storia vera quella del cantante neomelodico Carmelo Zappulla, arrestato ingiustamente con l'accusa di essere stato il mandante dell’omicidio dell’amante della madre. Un film di Alfonso Bergamo, che ha come interprete principale lo stesso Zappulla che vuole una volta per tutte gridare la verità. Nel cast anche il figlio Massimo che veste il ruolo di Carmelo da giovane, oltre a Luigi Diberti, che interpreta l’ avvocato di Zappulla, Giancarlo Giannini nel ruolo del giudice Mangrella, il primo a credere alla sua innocenza, Franco Nero, detenuto amico di Zappulla , Tony Sperandeo, il pubblico ministero che da la caccia al cantante chiedendone pure l’ergastolo e Pietro Delle Piane che interpreta il ruolo di Santino il fratello di Carmelo. E se è vero che all’epoca sui personaggi della sceneggiata napoletana e sui giri neomelodici crescevano dubbi riguardo i probabili contatti con la mafia e la camorra, è anche vero che il sistema giudiziario di quell’epoca (fine anni 70 primi anni 80) e’ stato inquinato da semplificazioni che hanno portato ad errori giudiziari eclatanti, come ad esempio il caso Tortora, altra storia portata sullo schermo e a cui anche tu hai partecipato come attore. La stessa problematica, quella dell’errore giudiziario, in entrambi i casi quali similitudini e differenze?

E`vero sono due casi di cattiva giustizia. Molto simili e con una sofferenza che ha portato alla morte Tortora e fortunatamente andata meglio a Carmelo. La cosa che li accomuna e`comunque la cattiva giustizia purtroppo.

Un'altra tua interpretazione è nel film  “Mirafiori Lunapark”, opera prima di Stefano Di Polito, in cui interpreti il ruolo di di Federico, il figlio tossico di Colangeli. Il film racconta il doloroso e traumatico passaggio di Torino da città industriale a città postindustriale con i suoi tre protagonisti, Delfino, interpretato da Alessandro Haber, Franco da Antonio Catania  e Carlo da Giorgio Colangeli  ex operai della Fiat precipitati nel quartiere Mirafiori, sede storica degli ex stabilimenti Fiat riqualificata per fare spazio al vicino campo da golf. E’ stato presentato al TFF Torino Film Festival ed è uscito sul grande schermo il 27 agosto posizionandosi al 18° posto degli incassi al botteghino. Quale a tuo parere la chiave di questo bel risultato?

Esattamente e nel rapporto giorni di uscita e numero di sale siamo al terzo posto. Il successo credo sia dovuto alla sincerita`con cui e`raccontata la storia: in un unica parola SEMPLICITA'. Alla fine i film sinceri piacciono alla gente. Semplicita`ma anche grande incisivita`degli interpreti con personaggi forti e con storie tormentate e di cuore.

© Riproduzione riservata

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: