Consigli in pillole

Benvenuti nel mio nuovo blog dedicato a tutti coloro che come me hanno tante passioni e curiosità. La mia nasce dai viaggi, dal desiderio di raccontare le mie esperienze e condividere tutto ciò che incontro durante il mio cammino. Per viaggio intendo non solo itinerari in Italia e nel mondo, non solo alberghi e ristoranti, centri benessere ma anche eventi sportivi, culturali, festival e manifestazioni. Nelle mie pagine troverete idee, curiosità, novità; farò recensioni e vi darò suggerimenti, in sostanza dei “consigli in pillole”. La pillola per la felicità è desiderare ciò che si vuole ascoltando se stessi. A volte basta veramente poco: un buon libro, un bel film, un bicchiere di vino. Ognuno potrà curiosare e cercare la sua pillola per prevenire o curare a seconda delle proprie necessità. E poi dal mondo dello spettacolo, della moda, del cinema, dello sport e del gossip interviste a uomini e donne Vip e molto altro ancora per farci sorridere e vivere con un po’ di leggerezza.

Manuela Muttini

Manuela Muttini
Sono diplomata in Lingue e laureata in Scienze politiche con indirizzo sociologico. Fin da bambina ho praticato sport a livello agonistico fino a raggiungere la serie B in ambito tennistico. Nel 2010 ho presentato al salone internazionale del libro di Torino il mio primo manoscritto dal titolo “Il principe imperfetto”, dove interpreto il variegato mondo femminile ed indago su emozioni e sentimenti. Oltre ad essere iscritta all’ordine nazionale dei giornalisti e a collaborare con diverse testate, nel corso degli anni ho maturato un’esperienza significativa come consulente d’immagine e comunicazione di vari personaggi Vip del mondo dello spettacolo (cinema, teatro, musica, moda, sport, arte). Ho organizzato eventi e festival, convention, incentive e campagne pubblicitarie sia a livello nazionale che internazionale, occupandomi in qualità di responsabile delle pubbliche relazioni sia della progettazione che della loro supervisione.

TAGS

BLOGROLL

Newsletter
Consigli in pillole

Mag 25

Festival di Cannes 2015: delusione italiana

Gli italiani conquistano solo i premi minori: premio della Giuria Ecumenica per “Mia Madre” di Nanni Moretti e premio Sony Cine Alta Discovery Prize per il cortometraggio “Varicella” di Fulvio Risulto nella Semaine de la Critique

di Manuela Muttini

Al 68esimo Festival di Cannes è la Francia a trionfare con la Palma d’Oro per il miglior film a “Dheepan” di Jacques Audiard, migliore attore Vincent Lindon per “La loi du Marché” di Stéphane Brizé, migliore attrice Emmanuelle Bercot in “Mon Roi” di Maïwenn in ex aequo con Rooney Mara, interprete di “Carol” di Todd Haynes.
Il Grand Prix va all’ungherese László Nemes per “Saul Fia” (“Son of Saul”) che vince anche il premio della critica internazionale FIPRESCI, mentre il premio come miglior regista va al cinese Hou Hsiao-Hsien per “Nie Yinniang” (“The Assassin”), e la miglior sceneggiatura a Michel Franco, messicano con “Chronic”. Il Premio della Giuria è stato assegnato a “The Lobster” del greco Yorgos Lanthimos.
“Waves 98” vince la Palma d’Oro come miglior corto, mentre la Camèra D’Or è del colombiano César Augusto Acevedo e del suo “La tierra y la sombra“, presentato a La Semaine de la Critique.
L’Islanda vince Un Certain Regard con “Hrútar” di Grímur Hákonarson, mentre il Premio della Giuria va a “Zvizdan” (Serbia-Croazia-Slovenia) di Dalibor Metani. Miglior regista è il giapponese Kiyoshi Kurosawa per “Kishibe No Tabi”, il rumeno Corneliu Porumboiu conquista Un Certain Talent Prize per “Compara”.
Ex aequo per il Promising Future Prize, tra l’indiano Neeraj Ghaywan con “Masaan” e l’iraniana Ida Panahandeh con “Nahid”.

» Leggi l'intero post...