Il diritto di crescere

È il blog che pone l'attenzione sulle tematiche e sui diritti dei minori, che racconta quel che succede nel mondo con l'intento di dar voce a chi, ancora oggi, è invisibile. Ampliando e diffondendo la conoscenza delle problematiche legate a chi è potenzialmente esposto alla minaccia di comportamenti abusanti o inopportuni, di realtà più svantaggiate, dalla schiavitù alle violenze domestiche, dalla discriminazione ai conflitti armati, dalla povertà alla libera espressione. Perché non rimanga consegnato al silenzio e non si ripeta in futuro.
Con la convinzione che garantire i loro diritti, nel loro bisogno di crescere armonicamente come individui e come esseri sociali, non dia sollievo soltanto a chi soffre ma contribuisca anche al benessere dell'intera comunità, locale e globale.

Gabriele Paglialonga

Gabriele Paglialonga
Ho iniziato a operare nel settore umanitario nel 2004, aderendo alla missione del governo italiano nel sud-est asiatico per l'emergenza tsunami. Dal 2009 rivesto l’incarico di Coordinatore per i Diritti dei minori nella sezione italiana di Amnesty International di cui faccio parte dal 2007. Non è facile raccontare né tantomeno essere ascoltati. Essendo amante della verità, io continuerò a dar voce, da oggi, anche come blogger.

Noemi Fantoni

Noemi Fantoni
Sono Laureata Magistrale in Scienze Internazionale con la passione verso i diritti dei minori. Ciò mi ha portato ad intraprendere ulteriori studi e un percorso professionale incentrato sulla tutela del minore, con un approccio olistico. I bambini sono anime pure, innocenti e fiduciose verso il futuro. Penso che questo blog sia un'ottima occasione per tenerci aggiornati e scovare le lacune ma anche i pregi del nostro sistema.

Newsletter
Il diritto di crescere

Mar 31

Stop all'uso dei bambini soldato

Non sono solo adolescenti, ma anche bambini di non più di 6 anni. L'ONU ne calcola circa 250.000, ma le Ong ne contano oltre 300.000, di cui il 40% femmine

di Gabriele Paglialonga

La Rappresentante Speciale del Segretariato delle Nazioni Unite per i bambini e i conflitti armati e l’UNICEF hanno lanciato a New York la Campagna congiunta "ChildreNotSoldiers", contro il reclutamento e l’utilizzo dei bambini soldato da parte delle forze di sicurezza governative degli stati che hanno commesso gravi violazioni nei confronti dei minorenni. Accanto a questa Campagna condotta a livello internazionale la Coalizione Italiana Stop all’uso dei bambini soldato, si legge nel sito Bambinisoldato.it, uno spazio interamente dedicato al tema in cui è possibile trovare news e approfondimenti in lingua italiana e una sezione con la documentazione internazionale sul fenomeno, ha concentrato la propria azione sulle attività di informazione e sensibilizzazione, rappresentando uno spazio di coordinamento tra le associazioni che ne fanno parte e che hanno a cuore la fine del fenomeno dei bambini soldato. La Coalizione Italiana Stop all’Uso dei Bambini Soldato ha come obiettivo la tutela specifica dell’infanzia nelle condizioni di guerra e nei conflitti armati, ed estende le sue preoccupazioni a tutti gli abusi di cui sono vittime i bambini e le bambine, attraverso il lavoro delle organizzazioni componenti la Coalizione.

» Leggi l'intero post...

Gen 20

Repubblica Centrafricana: liberi 23 bambini soldato. 6mila quelli ancora da smobilitare

E la situazione nel Paese sta assumendo i chiari contorni di un genocidio

di Gabriele Paglialonga

L’Unicef, l’agenzia delle Nazioni Unite per i diritti dei bambini, ha fatto sapere in un comunicato che sono stati rilasciati 23 “bambini soldato” (6 ragazze e 17 ragazzi tra i 14 e i 17 anni). Il rilascio è avvenuto giovedì, dopo svariate trattative tra i rappresentanti delle Nazioni Unite e le autorità di transizione. “I bambini, non solo sono stati presi di mira nella lotta al potere, ma sono sempre più coinvolti nei combattimenti tra fazioni contrapposte. Abbiamo informazioni certe sul crescente coinvolgimento di minori", ha detto Marixie Mercado, portavoce Unicef in conferenza stampa a Ginevra. “La povertà e la mancanza di alternative sono state le ragioni principali del loro reclutamento” ha aggiunto. 

» Leggi l'intero post...

Dic 17

Siria: esercito fa strage in una scuola

Al Qaeda, non di meno, recluta e addestra bambini per la partecipazione alle ostilità

di Gabriele Paglialonga

Ennesima strage nella Siria sconvolta dalla guerra civile. L'ultima carneficina, secondo quanto denunciato dalla Coalizione nazionale che riunisce i gruppi che si oppongono al regime del presidente Bashar al Assad, è stata messa in atto nella città di Aleppo. Sotto il fuoco dell'artiglieria dell'esercito governativo è finita, nella giornata di ieri, la scuola elementare Tayba nel sobborgo di al-Inzarat.

» Leggi l'intero post...

Nov 22

Kony è malato e vorrebbe arrendersi

Il governo ugandese ha dichiarato già tre volte, a partire dal 1986, che l'LRA è stato sconfitto

di Gabriele Paglialonga

Da 20 anni in Uganda e nei Paesi vicini i miliziani dell'Lra (Lord Resistance Army), fanatici cristiani, compiono ogni genere di atrocità: massacri, torture, mutilazioni, stupri, saccheggi, rapimento di bambini - costretti, se maschi, a diventare combattenti, se femmine schiave sessuali - il tutto nella completa indifferenza (e ignoranza) del mondo.

» Leggi l'intero post...

Nov 19

Leila Zerrougui a Kinshasa

La Rappresentante Speciale del Segretario Generale ONU valuterà la situazione dei bambini e delle bambine coinvolti nel conflitto armato del Paese africano

di Gabriele Paglialonga

Leila Zerrougui, algerina, nata nel 1956 a Souk Ahras, è esperta legale in materia di diritti umani e amministrazione della giustizia.

» Leggi l'intero post...

Nov 18

Russia: in rianimazione inventore Ak 47

Ricoverato d'urgenza Mikhail Kalashnikov, 94 anni, ingegnere e progettista del fucile d'assalto sovietico Ak-47

di Gabriele Paglialonga

E' stato ricoverato d'urgenza in rianimazione Mikhail Kalashnikov, 94 anni, ingegnere e progettista del leggendario fucile d'assalto sovietico Ak-47, l'arma più venduta al mondo. Cominciò la sua carriera lavorando in un deposito ferroviario dove ebbe modo di accrescere le sue conoscenze riguardo alla meccanica.

» Leggi l'intero post...