Il diritto di crescere

È il blog che pone l'attenzione sulle tematiche e sui diritti dei minori, che racconta quel che succede nel mondo con l'intento di dar voce a chi, ancora oggi, è invisibile. Ampliando e diffondendo la conoscenza delle problematiche legate a chi è potenzialmente esposto alla minaccia di comportamenti abusanti o inopportuni, di realtà più svantaggiate, dalla schiavitù alle violenze domestiche, dalla discriminazione ai conflitti armati, dalla povertà alla libera espressione. Perché non rimanga consegnato al silenzio e non si ripeta in futuro.
Con la convinzione che garantire i loro diritti, nel loro bisogno di crescere armonicamente come individui e come esseri sociali, non dia sollievo soltanto a chi soffre ma contribuisca anche al benessere dell'intera comunità, locale e globale.

Gabriele Paglialonga

Gabriele Paglialonga
Ho iniziato a operare nel settore umanitario nel 2004, aderendo alla missione del governo italiano nel sud-est asiatico per l'emergenza tsunami. Dal 2009 rivesto l’incarico di Coordinatore per i Diritti dei minori nella sezione italiana di Amnesty International di cui faccio parte dal 2007. Non è facile raccontare né tantomeno essere ascoltati. Essendo amante della verità, io continuerò a dar voce, da oggi, anche come blogger.

Noemi Fantoni

Noemi Fantoni
Sono Laureata Magistrale in Scienze Internazionale con la passione verso i diritti dei minori. Ciò mi ha portato ad intraprendere ulteriori studi e un percorso professionale incentrato sulla tutela del minore, con un approccio olistico. I bambini sono anime pure, innocenti e fiduciose verso il futuro. Penso che questo blog sia un'ottima occasione per tenerci aggiornati e scovare le lacune ma anche i pregi del nostro sistema.

Newsletter
Il diritto di crescere

Giu 14

'Solo andata' un videoclip 'universale' sul dramma degli sbarchi

"... li lasciamo annegare per negare..."

di Gabriele Paglialonga

(ANSA) - ROMA, 14 GIU - "Uno di noi, a nome di tutti, ha detto non vi sbarazzerete di me. Va bene, muoio. Ma in tre giorni resuscito e ritorno". Con queste parole si schiude il brano "Solo andata", potente messaggio in musica che racconta il dramma dei migranti che ogni giorno attraversano il Mediterraneo e muoiono. "Solo andata" nasce dalla collaborazione tra Erri De Luca e il Canzoniere Grecanico Salentino. Lo storico gruppo di musica popolare ha musicato, reinterpretando in chiave struggente le sonorità tradizionali pugliesi, una poesia dall'autore napoletano. Il connubio è stato poi valorizzato da un video di Alessandro Gassmann, finanziato da Apulia Film Commission e prodotto da OhPen Italia. Il progetto artistico ha ricevuto il sostegno di Amnesty International, di cui Gassman è testimonial. La clip è ambientata a Sbiaggiabella (Lecce). Dal mare cupo e agitato emergono le figure di alcuni migranti, che con bracciate affannate raggiungono la riva. Il tutto avviene sotto gli occhi di un anziano pescatore, interpretato da Manrico Gammarota, che, di fronte al disperato impeto dei naufraghi, riconosce la stessa umanità di sua madre, migrante anch'essa, che riemerge dal passato creando un ponte immaginifico tra storia e futuro. "Nel video il mare ci mostra il suo lato assassino, violento.

» Leggi l'intero post...

Mar 31

Stop all'uso dei bambini soldato

Non sono solo adolescenti, ma anche bambini di non più di 6 anni. L'ONU ne calcola circa 250.000, ma le Ong ne contano oltre 300.000, di cui il 40% femmine

di Gabriele Paglialonga

La Rappresentante Speciale del Segretariato delle Nazioni Unite per i bambini e i conflitti armati e l’UNICEF hanno lanciato a New York la Campagna congiunta "ChildreNotSoldiers", contro il reclutamento e l’utilizzo dei bambini soldato da parte delle forze di sicurezza governative degli stati che hanno commesso gravi violazioni nei confronti dei minorenni. Accanto a questa Campagna condotta a livello internazionale la Coalizione Italiana Stop all’uso dei bambini soldato, si legge nel sito Bambinisoldato.it, uno spazio interamente dedicato al tema in cui è possibile trovare news e approfondimenti in lingua italiana e una sezione con la documentazione internazionale sul fenomeno, ha concentrato la propria azione sulle attività di informazione e sensibilizzazione, rappresentando uno spazio di coordinamento tra le associazioni che ne fanno parte e che hanno a cuore la fine del fenomeno dei bambini soldato. La Coalizione Italiana Stop all’Uso dei Bambini Soldato ha come obiettivo la tutela specifica dell’infanzia nelle condizioni di guerra e nei conflitti armati, ed estende le sue preoccupazioni a tutti gli abusi di cui sono vittime i bambini e le bambine, attraverso il lavoro delle organizzazioni componenti la Coalizione.

» Leggi l'intero post...

Mar 9

#WithSyria: terzo anniversario della crisi in Siria

Al via la mobilitazione globale in aiuto dei bambini e delle bambine della Siria, affinché si ponga fine alle uccisioni e alle violenze di ogni genere che colpiscono indiscriminatamente bambini/e e le loro famiglie, e sia consentito di portare loro soccorso e protezione

di Gabriele Paglialonga

Alla vigilia del terzo anniversario del drammatico conflitto in Siria, una breve panoramica dell’attuale situazione del paese.

» Leggi l'intero post...

Dic 29

Violenza sulle donne: moralmente lecita, socialmente e simbolicamente dominante

Un neologismo per dire basta ad ogni forma di discriminazione e violenza posta in essere contro la donna "in quanto donna". Perché le donne non debbano più pagare con la vita la scelta di essere se stesse, e non quello che i loro partner, gli uomini o la società vorrebbero che fossero

di Gabriele Paglialonga

A seguire l’ennesimo stupro, immancabilmente i "filosofi" di turno si sentono in dovere di ripristinare l’equilibrio violato: da bravi patriarchi tuonano nei microfoni e sulle pagine di giornali, promettendoci sicurezza e che giustizia sarà fatta, che ci proteggeranno. Oplà, sistemato tutto: se cinque ragazzi chiudono una coetanea in bagno e la violentano la colpa è di "Sailor Moon". La gente crede anche che siano gli uomini a coltivare cattive intenzioni. Ma non è così. Nella maggior parte dei casi è il giovane a sedurre l'uomo. Tra un po’ arriveranno a dire che è colpa dei bambini se vengono stuprati dai pedofili, poiché con “abiti succinti” provocherebbero quegli individui che commettono violenza attraverso la sessualità su dei bambini, o che commettono reati legati alla pedopornografia.

» Leggi l'intero post...

Dic 17

Siria: esercito fa strage in una scuola

Al Qaeda, non di meno, recluta e addestra bambini per la partecipazione alle ostilità

di Gabriele Paglialonga

Ennesima strage nella Siria sconvolta dalla guerra civile. L'ultima carneficina, secondo quanto denunciato dalla Coalizione nazionale che riunisce i gruppi che si oppongono al regime del presidente Bashar al Assad, è stata messa in atto nella città di Aleppo. Sotto il fuoco dell'artiglieria dell'esercito governativo è finita, nella giornata di ieri, la scuola elementare Tayba nel sobborgo di al-Inzarat.

» Leggi l'intero post...

Nov 20

Io sono Malala e non ho paura di nessuno

Ritirato a Strasburgo il prestigioso premio Sakharov per la libertà di pensiero

di Gabriele Paglialonga

Malala Yousafzai, la celebre studentessa pachistana, sedicenne, attivista per i diritti dei bambini e delle bambine, diventata un simbolo della lotta contro i talebani, ha ricevuto oggi il premio Sakharov per la libertà di pensiero, riconoscimento assegnato dall’Unione europea. Il premio le è stato consegnato dal presidente del parlamento europeo Martin Schultz a Strasburgo. Era stata proposta anche per il Nobel alla Pace.

» Leggi l'intero post...