Pianeta Lhs 1140b: è davvero un pianeta abitato da Forme di Vita extraterrestri?

Destinazione Cosmo

“Destinazione Cosmo” è un blog che si occupa di argomenti legati alla Criminologia, alle Scienze Forensi ed alla Divulgazione Scientifica. Per ciò che concerne la Criminologia e le Scienze Forensi, troverete articoli e saggi che spaziano dai Serial Killer agli Omicidi Seriali; dal Satanismo alle tecniche di adescamento dei giovani; dal bullismo nelle scuole alla pedofilia; dalla “Sindrome del Bambino Maltrattato” alla violenza contro le donne; dai “Difetti della Giurisprudenza” al “Della Pubblica Felicità” di L. A. Muratori. E tanto altro.
Per quanto concerne, invece, la Divulgazione Scientifica, troverete articoli e saggi dedicati, soprattutto, al mondo dell’astronomia e delle scienze ad essa collegate. Tutto il materiale sarà correlato da una moltitudine di meravigliose foto dell’Universo scattate dalla Terra e dallo spazio.
Perché? Perché «Il mondo delle scienze fisiche ed il mondo delle scienze della vita sono separati ancor oggi da una terra di nessuno inesplorata», come disse il fisico italiano Mario Agèno. Ed è arrivato il momento di iniziare l’esplorazione.
Questi e tanti altri gli argomenti trattati in questo blog che si presenta con un carattere di novità sia culturale che didattica: la verifica scientifica.

Danila Zappalà

Danila Zappalà
Laureata in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Urbino, ha frequentato un Master di specializzazione di 2° livello in "Scienze Criminologico - Forensi" presso l’Università "La Sapienza" di Roma.
Conseguito il Diploma di Master con Lode e Pubblicazione della Tesi, ha fondato nel 2007 a Siracusa il Centro Studi Scienze Criminali di cui è attualmente Presidente. Tiene Corsi di Criminologia e Psicopatologia Forense, Conferenze e Seminari per le Forze dell’Ordine e per tutte le altre categorie professionali.
Da sempre appassionata di Astronomia è attualmente una Divulgatrice Scientifica che collabora con varie testate giornalistiche scrivendo per Rubriche di Criminologia e Scienze. Tiene Corsi di Astronomia, Conferenze e Seminari di Scienze ed è autrice di numerosi saggi ed articoli di Criminologia, Scienze Forensi e Divulgazione Scientifica.
Con la BookSprint Edizioni ha pubblicato nel 2013 un libro dal titolo “La Formazione degli Operatori Territoriali nella Prevenzione del Crimine” in vendita nelle migliori librerie d’Italia e, con la stessa Casa Editrice, sono in corso di pubblicazione “Crime Scene. Manuale di Criminologia e Scienze Forensi ” e “Astronomia Bambini. Lezioni di astronomia per alunni di scuola elementare e media”.

TAGS

Newsletter
Destinazione Cosmo

Apr 25

Pianeta Lhs 1140b: è davvero un pianeta abitato da Forme di Vita extraterrestri?

Siamo soli nell’Universo? Pare proprio di no. La scienza comincia ad affermarlo…

di Danila Zappalà

esopianeti, extraterrestri, pianeti abitati, e.t, eba

Lhs 1140b è un pianeta roccioso scoperto nella costellazione della Balena, a circa 40 anni luce dalla nostra Terra.

Situato all’interno della cosiddetta “Fascia di Abitabilità” della Nana Rossa Lhs 1140, che è una porzione del Sistema stellare in cui i pianeti che si trovano al suo interno godono di un clima temperato adatto alla vita (con acqua allo stato liquido e temperature confortevoli), Lhs 1140b compie  un giro completo intorno alla sua stella madre in circa 25 giorni, ha un diametro pari a 1,4 volte quello terrestre (che si aggira intorno ai 18.000 KM), una massa pari a circa 7 volte quello terrestre ed è stato scovato grazie alle osservazioni congiunte del sistema di telescopi deMEarth (MEarth-South telescope array) e dello strumento Harps dell’Eso (European Southern Observatory).

Il MEarth e l’ Harps hanno prima intercettato la diminuzione di luminosità della stella madre dovuta al passaggio del pianeta e poi stimato il suo periodo orbitale, la sua massa e la sua densità sulla base di complicatissimi calcoli matematici.

Proprio questi calcoli matematici sembrerebbero indicare che Lhs 1140b è molto più denso della Terra, ha una composizione prevalentemente rocciosa, ha un nucleo di Ferro e che, pur trovandosi ad una distanza molto più ravvicinata alla sua stella di quanto non lo sia il nostro pianeta rispetto al Sole, riceve meno luce e calore della Terra.

Forse, ciò è spiegabile con il fatto che la Nana Rossa Lhs 1140, più piccola e fredda del nostro Sole (che è una Nana Gialla di Classe Spettrale G), emette meno radiazioni ad alta energia rispetto a stelle simili.

 Per gli scienziati dell’Eso, Lhs 1140b potrebbe davvero ospitare forme di vita extraterrestre.

 Trattasi dell’esopianeta più intrigante che abbia mai visto negli ultimi dieci anni”, ha detto il Dr Jason Dittmann, a capo dell’equipe di ricercatori dello Harvard Smithsonian Center for Astrophysics di Cambridge, in USA che ha condotto le ricerche.

“Difficilmente potremmo sperare di avere un target migliore per perseguire una delle più grandi missioni della scienza, ossia la ricerca di altre forme di vita oltre a quelle del pianeta Terra”.

Non siamo, dunque, soli nell’Universo?

Pare proprio di no, e adesso è la scienza che comincia ad affermarlo… 

© Riproduzione riservata

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: