Droni e robot: la fine della fanteria nell'ambito del combattimento urbano?

Ultimi articoli
Newsletter

dibattito sull'arte militare

Droni e robot: la fine della fanteria
nell'ambito del combattimento urbano?

I motivi di questa previsione sono molteplici. Innanzitutto, i droni e i robot offrono una maggiore potenza di fuoco e precisione rispetto alle truppe a piedi

di Antonio Rossello

Futuristico robot soldato
Futuristico robot soldato

L'uso combinato di sistemi aerei e terrestri autonomi rende obsoleto il ruolo del fante.

L'uso combinato di droni e robot cingolati telecomandati da intelligenza artificiale (IA) è destinato a rivoluzionare il modo di combattere le guerre. In particolare, questa combinazione di tecnologie potrebbe decretare la fine dell'impiego tattico della fanteria nelle operazioni urbane. Questa ipotesi è testimoniata dalla letteratura specializzata almeno da una quindicina d’anni.

I motivi di questa previsione sono molteplici. Innanzitutto, i droni e i robot offrono una maggiore potenza di fuoco e precisione rispetto alle truppe a piedi. I droni possono trasportare missili e bombe di grandi dimensioni, che possono essere rilasciati con un'elevata precisione. I robot cingolati, invece, possono essere dotati di armi automatiche e di sistemi di guida che consentono di colpire con precisione obiettivi anche in movimento.

In secondo luogo, i droni e i robot sono meno costosi in termini di risorse rispetto alle truppe a piedi. I droni non richiedono aerei da trasporto, né attrezzature e armi individuali per i soldati. I robot cingolati, invece, sono meno costosi da produrre e da mantenere rispetto ai carri armati tradizionali.

In terzo luogo, i droni e i robot offrono una maggiore flessibilità rispetto alle truppe a piedi. I droni possono operare in ambienti pericolosi o impossibili da raggiungere per gli esseri umani. I robot cingolati, invece, possono essere utilizzati per trasportare materiali e munizioni, o per fornire supporto di fuoco alle truppe a piedi.

Infine, i droni e i robot possono essere controllati da remoto, tramite computer e IA. Questo consente di ridurre il rischio di perdite umane e di danni collaterali.

In particolare, nelle operazioni urbane, i droni e i robot possono essere utilizzati per:

  • Condurre ricognizione e sorveglianza: i droni possono fornire immagini e dati in tempo reale sulle posizioni nemiche, consentendo alle forze amica di pianificare e condurre operazioni con maggiore precisione.
  • Fornire supporto di fuoco: i droni e i robot possono colpire obiettivi nemici con precisione, riducendo il rischio di danni collaterali.
  • Trasportare materiali e munizioni: i droni e i robot possono trasportare materiali e munizioni alle truppe a piedi, riducendo il rischio che queste siano esposte al fuoco nemico.

 In conclusione, l'uso combinato di droni e robot cingolati telecomandati da IA rappresenta una minaccia significativa per le truppe a piedi. In particolare, in ambito urbano, queste tecnologie potrebbero rendere obsolete le truppe a piedi, rendendo più efficiente e meno rischioso il combattimento.

 Bibliografia:

  • Singer, P.W., & Cole, A. (2009). Wired for War: The Robotics Revolution and Conflict in the 21st Century. New York: Penguin.
  • Cebrowski, A.K., & Garstka, J. J.(1998). Network-Centric Warfare: Its Origin and Future. Washington, DC: National Defense University Press.
  • Arkin, R. C.(2009). Governing Lethal Behavior in Autonomous Robots. Boca Raton, FL: Taylor & Francis.

 

Giovedì 9 novembre 2023

© Riproduzione riservata

249 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: