"Svegliati Signore, la nostra fede e debole e siamo timorosi" ha detto il Papa

Ultimi articoli
Newsletter

oggi al vaticano

"Svegliati Signore, la nostra fede e debole
e siamo timorosi" ha detto il Papa

"Fitte tenebre si sono addensate sulle nostre piazze, strade e città, si sono impadronite delle nostre vite riempiendo tutto di un silenzio assordante e di un vuoto desolante" ha detto Francesco nella sua preghiera a Dio

di Francesca Camponero

Il Papa questo pomeriggio
Il Papa questo pomeriggio

A Roma questa sera pioveva, il che ha reso lo scenario di P. zza San Pietro ancor più desolante. E sotto questa pioggia Papa Francesco ha lanciato il suo grido verso il suo Dio: "Non lasciarci in balia della tempesta". Una supplica, ma anche una richiesta determinata in un momento in cui le popolazioni di ogni terra e continente sono messe a dura prova dalla pandemia del corona virus.

Ma attenzione, Papa Francesco ha anche invocato il popolo di credenti (e non) a non aver paura perché la paura rende fragili e disorienta. Ha passato in rassegna tutti coloro che in questo momento sono in primalinea per combattere il coronavirus, non dimenticando neppure i politici, che hanno la grande responsabilità di prendere le decisioni per tutti.

 

Sabato 28 marzo 2020

© Riproduzione riservata

172 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: