Prossimamente nell’Acquese una sezione dei Combattenti interalleati

Ultimi articoli
Newsletter

Prossimamente nell’Acquese una sezione dei Combattenti interalleati

Prossimamente nell’Acquese una
sezione dei Combattenti interalleati

È in fase di costituzione la nuova sezione «Alto Monferrato e Langhe» dell’«Associazione Italiana Combattenti Interalleati» (A.I.C.I.), la cui istituzionalizzazione rappresenterà il tassello di espansione sul nostro territorio del Sodalizio

di Redazione online

Il dott. Beppe Ricci
Il dott. Beppe Ricci

È in fase di costituzione la nuova sezione «Alto Monferrato e Langhe» dell’«Associazione Italiana Combattenti Interalleati» (AICI), la cui istituzionalizzazione rappresenterà il tassello di espansione sul nostro territorio del Sodalizio, a carattere eminentemente patriottico, morale ed assistenziale, avente tra gli scopi, oltre a onorare i Caduti, anche la promozione di attività ricreative culturali, con particolare riguardo a quelle finalizzate a manifestazioni patriottiche ed europeistiche. Infatti, l’AICI rientra nell’elenco delle Associazioni con personalità giuridica diramato dal Ministero della Difesa, è riconosciuta dal «Conseil de l’Europe» con Statuto Consultivo, aderisce alla «Confederazione Italiana fra le Associazioni Combattentistiche e Partigiane» e alla «Confédération Européenne des Anciens Combattants». Da segnalare la presenza tra i promotori dell’iniziativa di esponenti del «Centro XXV Aprile», nonché di figure che, in ambito amministrativo e artistico, si sono adoperate nelle varie edizioni della rassegna «Dal mare alle Langhe». In particolare, è coinvolto il dott. Beppe Ricci, pittore, ex sindaco di Orsara Bormida, consigliere della Federazione provinciale AICI di Savona, (nella foto tra militari dell'Arma, con il dipinto) che ha dedicato al logo associativo una sua opera. Su di essa, lo scrittore ovadese, studioso di temi religiosi, caporedattore di Reteluna.it Italia, Gianluca Valpondi scrive: «Il Ricci nel suo acquarello sembra voler passare dal mare-male di biblica memoria a mari e oceani più che atlantici, placide acque che abbracciandosi col bel cielo dicono un tempo di pace planetaria, pace fra Cielo e terra, pace fra tutti gli uomini».

Martedì 22 ottobre 2019

© Riproduzione riservata

183 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: