«Povera Chiesa torinese»... l'opinione dell'esponente di «Nova Civilitas» e «Più italia»

Ultimi articoli
Newsletter

TORINO / Intervento di ANGELA CICONTe

«Povera Chiesa torinese»... l'opinione
dell'esponente di «Nova Civilitas» e «Più italia»

Vorrei chiedere al sindaco di Torino Chiara Appendino di indire la giornata -Porte aperte alle Chiese nel rispetto delle differenze- ed all'Arcivescovo Cesare Nosiglia di pascere il gregge che gli è stato affidato...

di Angela Ciconte (*)

Angela CICONTE, coordinatrice Torino e Provincia di Nova Civilitas e Presidente Più italia
Angela CICONTE, coordinatrice Torino e Provincia di Nova Civilitas e Presidente Più italia

POVERA CHIESA TORINESE

Vorrei chiedere al sindaco di Torino Chiara Appendino di indire la giornata -Porte aperte alle Chiese nel rispetto delle differenze- ed all'Arcivescovo Cesare Nosiglia di pascere il gregge che gli è stato affidato (i Cattolici) in quanto i Credenti (sempre più numerosi) si meravigliano di vedere Papa e Vescovi sempre così indulgenti e dialoganti con i musulmani quando le difficoltà economiche, i timori per il loro futuro, le aspirazioni a difendere la loro identità nazionale e cristiana e le scelte politiche dei loro fedeli e connazionali sono sempre ignorate o condannate come antievangeliche. Non sarebbe ora che i nostri Pastori pensassero un pò di meno ai musulmani e alla politica e un pò di più alla fede dei loro fedeli?

I FATTI degli ultimi giorni:

2 giugno, Chiara Appendino ha organizzato e l’Arcivescovo Cesare Nosiglia ha partecipato alla terza edizione di -Porte aperte alle Moschee nel rispetto delle differenze- che prevede l'apertura al pubblico dei luoghi di cultura e religione musulmana. Il 2 giugno in realtà era la festa dell'Unità nazionale e delle Forze armate (e lei e Fico) hanno dato importanza ad altre -questioni- che nulla avevano a che fare con la ricorrenza - vedi articolo

https://www.mentelocale.it/torino/articoli/79625-moschee-aperte-2019-torino-giornata-scoprire-centri-islamici-citta.htm

4 giugno, Chiara Appendino è l'Arcivescovo Cesare Nosiglia hanno partecipato alla chiusura del ramadan (non è il primo anno che l'Arcivescovo Nosiglia ha partecipato). Erano presenti 15.000 musulmani (nel video si vede e si sente la preghiera https://youtu.be/x81ZU8SSWhM).

Inoltre, era presente l’Assessore all'integrazione MARCO GIUSTA che ha auspicato che in futuro -incontrare l'altro diventi la normalità-. Marco Giusta ex Presidente Arcigay di Torino dimentica però che le sue scelte di vita sono incompatibili con la realtà musulmana. In occidente diamo asilo politico ai musulmani che non sono eterosessuali in quanto nel loro paese sono in pericolo di vita)

Inoltre, l'Arcivescovo Cesare Nosiglia nel suo discorso di chiusura del Ramadan ha citato la visita e firma congiunta di Papa Francesco ed il grande Imam del -documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune- non dimenticando inoltre (per -rafforzare il messaggio- di citare San Francesco ed il suo incontro con il sultano... Peccato però che i motivi erano molto diversi da quelli fatti intendere nel suo discorso... Infatti, San Francesco era andato nel mondo musulmano e dal sultano per predicare Cristo e la Conversione.

6 giugno: al Sermig di Torino Chiara Appendino, l'Arcivescovo Cesare Nosiglia, l’Imam Yahya Pallavicino e Frate Francesco Mazzon hanno trattato il tema: -San Francesco e il sultano. La conversione verso Dio-.

Per quanto riguarda i CATTOLICI invece, in questi ultimi giorni sono successe queste cose:

24 Maggio (Maria Ausiliatrice) Alle ore 19.30 in Basilica è stato annunciato che il Rosario con l'Arcivescovo Nosiglia si sarebbe svolto alle ore 21 in Chiesa, annullando di fatto la processione di Maria Ausiliatrice (sempre fatta). Il motivo dato ai fedeli è stato il -presunto maltempo- (in realtà non ha piovuto seppur negli anni precedenti la Processione è stata svolta regolarmente anche sotto la pioggia).
La domanda dei Cattolici quindi sorge spontanea: -è probabile che questo anno in realtà la Processione sia stata annullata perchè la Basilica di Maria Ausiliatrice è posta nel quartiere Torinese a più alta densità musulmana, quindi per non -infastidire- o -rispettare- qualcuno?

6 GIUGNO l'Arcivescovo Cesare Nosiglia (dopo aver presenziato la conferenza al Sermig) si è recato nella Chiesa del Miracolo Eucaristico di Torino ma la Messa è stata interrotta da una trentina di anarchici che, cantando cori, chiedevano e distribuivano volantini in solidarietà a due detenute del carcere dell’Aquila attualmente in sciopero della fame (di cui una arrestata il 7 febbraio nel corso dello sgombero dell'ex Asilo occupato di via Alessandria a Torino). Anche qui la domanda dei Cattolici sorge spontanea: -questa presenza molto rumorosa non avrebbe avuto più senso in una delle tre giornate di -dialogo con l'Islam- in quanto in quei momenti era presente anche il sindaco Appendino che aveva -decretato- lo sgombero di tale ex Asilo?

Conseguenza dell'irruzione dei ragazzi anarchici durante la Messa è stata che anche la Processione del CORPUS DOMINI di ieri sera a Torino è stata annullata

La presenza dell'Arcivescovo Cesare Nosiglia a fianco del sindaco Chiara Appendino è ancora più incomprensibile se ricordiamo che il sindaco nel 2017 ha fatto gravi tagli ai fondi delle scuole Cattoliche e la sua stretta ed assidua presenza e totale adesione al mondo LGBT

ORMAI È CHIARO, IL MODELLO GRILLINO È IL LABORATORIO DELLA NUOVA EUROPA LAICISTA, ED IL MODELLO APPENDINO È IL CIMITERO DEL CRISTIANESIMO. IL M5S PARLA DI DIFESA DEI DIRITTI, TRANNE CHE DEI DIRITTI DELLA LIBERTà DEI CATTOLICI. E LA CHIESA NON FA NULLA PER CONTRASTARE TUTTA QUESTA IDEOLOGIA DIMENTICANDO LA MISSIONE CHE DIO GLI HA AFFIDATO SMARRENDO E DIVIDENDO IL GREGGE

(*) Angela CICONTE, coordinatrice Torino e Provincia di Nova Civilitas e Presidente Più italia

Venerdì 7 giugno 2019

© Riproduzione riservata

1624 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: