«Omofobia» - Pro Vita e Famiglia: condivisione con la C.E.I.- Italia e italiani restino liberi

Ultimi articoli
Newsletter

COMUNICATO STAMPA Evento Pro Vita E Famiglia

«Omofobia» - Pro Vita e Famiglia: condivisione
con la C.E.I.- Italia e italiani restino liberi

Accogliamo con entusiasmo la posizione dei Vescovi italiani: non serve una nuova legge. Ha ragione la Chiesa quando guarda con preoccupazione alle proposte legislative in corso di esame...

di Antonio Rossello

Difesa della famiglia tradizionale
Difesa della famiglia tradizionale

Omofobia Cei, Pro Vita e Famiglia: Totale condivisione con la CEI. Italia e italiani restino liberi


Accogliamo con entusiasmo la posizione dei Vescovi italiani: non serve una nuova legge. Ha ragione la Chiesa quando guarda con preoccupazione alle proposte legislative attualmente in corso di esame presso la Commissione Giustizia della Camera dei Deputati contro i reati di omotransfobia. Sono interventi normativi che rischierebbero di aprire a derive liberticide e di introdurre reati di opinione. Uno Stato di diritto non può accettare tali pericolose conseguenze, l’Italia deve rimanere libera e la verità va sempre sostenuta con la forza della ragione come noi continueremo a fare, contro il rischio di nuove ideologie totalitarie. Lo hanno dichiarato Toni Brandi e Jacopo Coghe, presidente e vice presidente di Pro Vita e Famiglia onlus, commentando la nota stampa della Cei contro il ddl l'omotransfobia.


Scongiurare e contrastare ogni offesa alla persona non può significare certo limitare la libertà di ognuno di pensare ed esprimere le proprie opinioni. Le scelte educative devono rimanere svincolate da visioni ideologiche che impedirebbero poi il diritto alla critica. Le persone omosessuali e transessuali sono già giustamente tutelate dalla legge contro atti violenti, ingiuriosi o discriminatori, come tutte le altre persone, a prescindere dalle proprie tendenze sessuali: ha proseguito Pro Vita e Famiglia.


In più - hanno concluso Brandi e Coghe - poiché non risulta esserci in Italia una -emergenza omotransfobia-, cioè una diffusione allarmante di violenze o discriminazioni omotransfobiche, non si capisce proprio il senso di un’azione parlamentare in questa direzione. Dobbiamo impedire tutti insieme che la spada di Damocle della reclusione o dell’eventuale denuncia, a causa di posizioni in favore della famiglia naturale, penda sugli italiani senza alcuna ragione oggettiva.

--

Ufficio Stampa e Comunicazioni esterne Logo
 
Pro Vita & Famiglia
Viale Manzoni, 28/C
00185 - Roma, Italia
t: +39 0694325503
m: +39 392 9042395
e: stampa@provitaefamiglia.it
 
www.provitaefamiglia.it

 

Mercoledì 10 giugno 2020

© Riproduzione riservata

606 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: