I vicini si lamentano sempre dei suoi cani. Lui, 73 anni, decide di avvelenarli

Ultimi articoli
Newsletter

16 cani, tra cui i cuccioli, lasciati a morire sotto gli occhi di tutti

I vicini si lamentano sempre dei suoi cani
Lui, 73 anni, decide di avvelenarli

Coloro i quali si lagnavano dei cani non hanno fatto nulla, sinoa che qualche passante ha avvertito - troppo tardi - l'Enpa

Redazione Online

Uno dei cani morti
Uno dei cani morti

NURACHI | Un pastore di 73 anni ha ucciso col veleno il suo branco di 16 cani a Nurachi, nell’Oristanese: i vicini si lamentavano per lo stato d’incuria in cui teneva gli animali. Un unico cucciolo è stato trovato ancora vivo, i veterinari sono riusciti ad intervenire, ma non è sopravvissuto. I cani sono stati lasciati a morire lentamente in cortile. E lì le carcasse sono rimaste.

ALLA VISTA DEI PASSANTI | Quindi gli animali sono stati lasciati a morire in cortile, ma poi i passanti, dopo un giorno di agonia, hanno denunciato il fatto. Le guardie zoofile dell’ Enpa, alle quali è stata segnalata la vicenda, sono giunte sul posto.

LA DENUNCIA | L’uomo è stato denunciato a piede libero. Un veterinario della Asl 5 di Oristano e un campione del veleno assieme a uno dei cani uccisi sono stati inviati all’Istituto Zooprofilattico per gli esami.

Domenica 29 giugno 2014

© Riproduzione riservata

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: