Ha ucciso compagna e figlia a Crema per Iori confermato oggi l'ergastolo

Ultimi articoli
Newsletter

fu arrestato nel 2011

Ha ucciso compagna e figlia a Crema
per Iori confermato oggi l'ergastolo

Ergastolo, con due anni di isolamento diurno (non ancora scontati), come risarcimento danni provvisionale di 400mila euro alla madre e 200mila alla sorella della Ornesi

di Silvia Tozzi

Maurizio Iori
Maurizio Iori
CREMA | Maurizio Iori, l’ex primario accusato di aver ucciso a Crema, dove vive e lavorava, l’ex compagna Claudia Ornesi e la loro figlia Livia è stata confermata oggi a Brescia in secondo grado la condanna all’ergastolo. 

ISOLAMENTO | La sentenza ha ribadito quando deciso in primo grado, compresi i due anni di isolamento diurno (non ancora scontati), come risarcimento danni provvisionale di 400mila euro alla madre e 200mila alla sorella della Ornesi, e niente patria potestà sugli altri tre figli, due avuti dalla prima moglie, un terzo dalla donna che ha sposato dopo la fine della relazione con Claudia. Iori fu arrestato il 14 ottobre del 2011 ed è stato condannato all’ergastolo in primo grado, a Cremona, il 18 gennaio 2013.

L'OMICIDIO | Nella casa di via Dogali il medico avrebbe cenato con Claudia, l'avrebbe sedata, così come la bambina, con lo Xanax e le avrebbe uccise facendo respirare alle vittime con un’azione di contenimento il gas butano contenuto in quattro bombole da campeggio. La Ornesi voleva che Iori facesse il padre, e che riconoscesse Lidia come figlia. Per la difesa, la donna si è suicidata. 

Venerdì 6 giugno 2014

© Riproduzione riservata

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: