Dal dolore universale un grido di liberazione

Ultimi articoli
Newsletter

cosmico canto

Dal dolore universale un grido di liberazione

Le voci dei profeti, eco dell'Eterno, riscattano sempre l'umanità in attesa di assoluta guarigione

di Gabriella Deghi

Re dell'universo
Re dell'universo

Ripercorro il sentier dell’incanto

per non rimpiangerlo ad eterno.

Se mi guardo nel cuore

visto il parere favorevole

trovo le lacrime cristalline

deposte nel passato di tutti i passati

della gente di tutte le genti.

Piangevo i miei dolori

li ho mischiati coi loro.

Facce prese in prestito

si posano sulla mia

formando il caleidoscopio della vita.

Scintille di fuoco

tentano di attaccarmi tutto intorno

ed io non ho più la pace,

riversata nell’antico dolore

faccio spazio nel buio della mente

affinché l’Antico ritorni

e mi lenisca le ferite.

O santi profeti di tutte le ere

la voce che sentite è di colei

che vuol tornare a giocare con voi.

Giovedì 28 febbraio 2019

© Riproduzione riservata

174 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: