“Amore beffardo” è il titolo del nuovo libro di Antonio Rossello

Ultimi articoli
Newsletter

EVENTI CULTURALI

“Amore beffardo” è il titolo del
nuovo libro di Antonio Rossello

Un volume destinato a sfatare un pregiudizio: quello che i romanzi d’amore non siano seri

di Redazione online

Copertina
Copertina

*Amore beffardo* è il titolo che Antonio Rossello ha voluto dare al suo ultimo libro pubblicato proprio nei giorni scorsi da Argento Vivo Edizioni ed in vendita su Amazon e nelle librerie e che sintetizza in poche parole il grande contenuto biografico ed emotivo trascritto all’interno del volume. Usiamo il termine trascritto proprio perché con questa intenzione l’autore albisolese ha stigmatizzato aspetti contradditori delle relazioni sentimentali.

Dalla sinossi, raccontato dalle prospettive alternate di Candido e Vanessa, *L’amore beffardo* è una incursione nel lato oscuro del rapporto uomo-donna, nel ciclone delle contraddizioni psicologiche e sociali del nostro tempo. Un romanzo intriso di pathos, costruito su una serie di rovesciamenti e colpi di scena che costringerà il lettore a chiedersi se davvero sia possibile conoscere la persona che gli dorme accanto. Il risultato è di sfatare un pregiudizio: quello che i romanzi d’amore non siano seri, essendo di solito portati a giudicarli frivoli e superficiali.

In merito all’autore, Antonio Rossello nasce a Savona nel 1964. Ingegnere meccanico, tenente in congedo, cavaliere OMRI. Lavora in un’azienda elettromeccanica. Impegnato nell’associazionismo e in iniziative di natura civile, culturale e artistica. Scrive su periodici cartacei e online. Suoi testi fanno parte di volumi antologici. Ha pubblicato diversi saggi e romanzi. Si è classificato in premi letterari, tra cui finalista al Premio Mario Pannunzio ediz. 2013 e 2015. La sua pagina: https://www.braviautori.it/vetrine/antoniorossello/

L’immagine in copertina è stata realizzata da Igor Belansky.

Non passiamo che consigliarvi *Amore beffardo*, in quanto non è una semplice lettura amena ma uno specchio che forse custodisce saldamente dei pezzi della nostra storia individuale e non fa dimenticare da dove proviene ognuno di noi, che ogni risposta si trova nei segnali che ci sono intorno a noi e nella capacità di saperli riconoscere. Un’intricata favola di provincia sull’amore in tutte le sue declinazioni e fragilità, dove l’amore è appunto beffardo, segue strane iperboli, corre e si rincorre, in un vortice a volte eccessivo di combinazioni, ma plausibili nel desiderio di racimolare quanta più felicità possibile.

Link alla scheda bibliografica su sito della casa editrice

Mercoledì 24 agosto 2022

© Riproduzione riservata

133 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: