Accade alla Festa del Fatto Quotidiano...ma una volta non succedeva alla Festa de l'Unità?

Ultimi articoli
Newsletter

L'OPINIONE DI FERNANDO DA LISBONA

Accade alla Festa del Fatto Quotidiano...ma una
volta non succedeva alla Festa de l'Unità?

Tutto Ok per le trattative per la formazione del nuovo governo. Tra M5s e Pd «c'è buon clima di lavoro». Tutti felici alle belle parole del presidente del Consiglio incaricato, Giuseppe Conte, in diretta video alla festa del Fatto Quotidiano

di Fernando da Lisbona

… mannaggia una volta certe cose non avvenivano alla Festa dell’Unità?
… mannaggia una volta certe cose non avvenivano alla Festa dell’Unità?

Tutto OK per le trattative per la formazione del nuovo governo. Tra M5s e Pd «c'è buon clima di lavoro». Tutti felici alle belle parole del presidente del Consiglio incaricato, Giuseppe Conte, che interviene in diretta video alla festa per i dieci anni del Fatto Quotidiano. Musica dolce per l’udito del popolo della sinistra a convegno presso i giardini di Castel Sant’Angelo, in largo Giovanni XXIII di Roma, sabato 29 e domenica 30 agosto. La grande celebrazione del decennale del giornale, dal 3 febbraio 2015, diretto da Marco Travaglio. A fondarlo fu Antonio Padellaro, il 22 agosto 2008 sostituito alla direzione de l'Unità da Concita De Gregorio. Che combinazione! Dirigeva l'Unità dal marzo del 2005, su indicazione nientedimeno che di Furio Colombo, precedente direttore, succedendogli. Però, sciaguratamente per il nostro, il 20 maggio 2008 la società editrice de l'Unità venne acquistata da Renato Soru. Pochi giorni dopo, quel gran figlio del bottegone dell'allora segretario del Partito democraticoWalter Veltroni, in un'intervista al Corriere della Sera, tuonò che gli avrebbe fatto piacere vedere l’ex organo ufficiale del P.C.I.diretto da una donna: fu la pulzella che proprio oggi da La Repubblica strilla: -Fateli sbarcare-, un appello grazie al quale il nuovo governo è già in azione. Avremo barconi a gogò? Meraviglioso il brivido che provoca ascoltare queste storie di compagni, al sorgere in diretta del novello governo postcomunista tra la claque della festa del Fatto Quotidiano… mannaggia una volta certe cose non avvenivano alla Festa dell’Unità? Ah! Quella ormai non c’è più! I compagni prima se la sono svenduta e poi è morta sepolta. Con gli attuali epigoni rossi, anche per l’Italia medesima sorte? Intanto frontiere di terra e di mare aperte: s'accomodassero... s'accomodassero, fin che ce n’è, c’è posto per tutti!

NdR: Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Lunedì 2 settembre 2019

© Riproduzione riservata

126 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: