Tutti pazzi per gli animatori italiani. L'Italia vanta più di 100mila intrattenitori

Ultimi articoli
Newsletter

Secondo roberto dionigi (ana) il settore non conosce crisi, anche all'estero

Tutti pazzi per gli animatori italiani
L'Italia vanta più di 100mila intrattenitori

«L'Animatore oggi è una figura professionale che organizza il tempo libero e sa lavorare nelle più disparate strutture vacanziere, come gli ospedali e le strutture socio-ricreative»

Redazione Online

Animatori al lavoro nei villaggi vacanze
Animatori al lavoro nei villaggi vacanze

ROMA | Diminuiscono gli italiani in vacanza, ma aumentano gli animatori. Questi continuano ad essere, anche in questa estate 2013, delle figure molto richieste a livello professionale. Secondo Roberto Dionisi, presidente dell’Associazione nazionale animatori (Ana), «la nostra categoria non sente la crisi che ha interessato il settore del turismo e che ha comunque modificato le abitudini degli italiani». Secondo il presidente di Ana, l’espansione c’è stata: «Un’espansione dell’animazione verso nuovi territori. Ormai, infatti, l’immaginario dell’animatore del villaggio vacanze è stato superato. L’animatore ora è un organizzatore del tempo libero, che opera in tanti ambiti delle vacanze».

I NUMERI | Secondo Dionisi «sono 50mila gli animatori che operano nel settore turistico, e altrettanti coloro i quali lavorano nel campo più grande del tempo libero, come ospedali e strutture socio-ricreative». Circa 100mila persone al lavoro per garantire l’industria del divertimento. «Quasi tutti gli stabilimenti balneari hanno nel proprio organico degli animatori. Poi ci sono i centri linguistici, sia in Italia che all'estero, e i centri estivi per i bambini».

PRIMATO NEL MAR ROSSO | Animatori italiani richiesti anche all’estero, dunque. «Anche per l’inverno – spiega Dionisi – ci aspettiamo buoni numeri per la montagna e l’estero. L’80 per cento degli animatori presenti nel Mar Rosso è italiano. Poi non dimentichiamo Grecia, Turchia e le località spagnole». Insomma, l'Italia vanta sicuramente un primato anche in questo settore. C’è da dire, poi, che molti animatori turistici, negli anni, hanno saputo sfruttare le loro competenze col pubblico e sono diventati volti noti della televisione e del cinema. Eccone alcuni: Fabio Alisei, Ettore Bassi, Fabio Canino, Piero Chiambretti, Giobbe Covatta, Salvo Ficarra, Rosario Fiorello, Beppe Fiorello, Giovanni Floris, Massimo Ghini, Giancarlo Magalli, Teo Mammucari, Peppe Quintale, Uccio De Santis, Giulio Golia, Fabio Troiano, Ruggero Andreozzi (doppiatore), Marco Bazzoni (in arte Baz), Diego Casalis (attore).

Venerdì 23 agosto 2013

© Riproduzione riservata

1936 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: