Lunedì Razieh Ebrahimi sarà giustiziata ha ucciso il marito quando aveva 17 anni

Ultimi articoli
Newsletter

Fu suo padre a scoprire la verità e a denunciarla

Lunedì Razieh Ebrahimi sarà giustiziata
ha ucciso il marito quando aveva 17 anni

Fu fatta sposare a un insegnante, che la picchiava e insultava. Mentre lui dormiva, una mattina, gli ha sparato

Redazione Online

La campaghna per Razieh
La campaghna per Razieh
TEHERAN | A 14 anni è diventata moglie, a 15 anni madre, a 17 anni omicida. Razieh Ebrahimi, che di anni oggi ne ha 21, ha confessato di aver ucciso (quando aveva 17 anni) l’uomo che era stata costretta a sposare a 14 anni. Per questo sarà giustiziata, in Iran. 

MATRIMONIO | Fu fatta sposare a un insegnante, che la picchiava e insultava. Mentre lui dormiva, una mattina, gli ha sparato. Poi ha sepolto il cadavere in giardino e denunciato la sua scomparsa alla polizia. Fu suo padre a scoprire la verità e a denunciarla. 

DIRITTI DELL'INFANZIA | Razieh ha ucciso mentre era minorenne, quindi secondo la Convenzione sui diritti dell’Infanzia, non può essere giustiziata. Ma l’Iran, che ha ratificato la Convenzione, non la rispetta e continua a punire come adulti i bambini a partire dai 15 anni e le bambine dai 9. Stessa cosa in Yemen, Sudan, Arabia Saudita e a Gaza. Human Rights Watch e Amnesty International si sono quindi mobilitate per salvarla. Non verrebbe uccisa se ottenesse il perdono dei parenti della vittima, che possono accettare del denaro in cambio della vita del condannato. 

Lunedì 23 giugno 2014

© Riproduzione riservata

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: