In Cina il Festival della carne di cane. Tre animalisti salvano trenta cani

Ultimi articoli
Newsletter

in Cina muoiono almeno dieci milioni di cani l'anno

In Cina il Festival della carne di cane
Tre animalisti salvano trenta cani

I cani, tra l'altro, non sono in provate buone condizioni di salute. Vengono spesso rubati ai padroni, o prelevati per strada

di Silvia Tozzi

I cani sono venduti così
I cani sono venduti così

YULIN | Il solstizio in Cina, a Yulin, vede l'organizzazione del Festival della carne di cane. Accade nella regione dello Shanxi (Cina centrale). La credenza popolare è che questa carne aiuti a rimanere sani in inverno. I cani vengono conditi con i litchi, tipici frutti cinesi, e accompagnati da alcolici. Ogni anno, così, in Cina muoiono almeno dieci milioni di cani.

GLI ANIMALISTI | Dato che i cani sono venduti vivi (tenuti in piccole gabbie e afferrati con lunghi bastoni che terminano a tenaglia), tre animalisti si sono recati fra i banchi dei commercianti e macellai per acquistare gli animali (ne hanno presi dieci a testa). I cani, tra l'altro, non sono in provate buone condizioni di salute. Vengono spesso rubati ai padroni, o prelevati per strada. Venduti e mangiati. Spesso vengono uccisi con veleni che possono essere dannosi per le persone.

PICCHIATI | Gli attivisti hanno contrattato il prezzo di acquisto e - pare - un venditore ha minacciato di picchiare il cane a morte se la contrattazione fosse continuata e l'animale non fosse stato venduto al prezzo che lui aveva chiesto.

Sabato 21 giugno 2014

© Riproduzione riservata

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: